Virus Zika - Domande chiave

Scritto da Ronald St. John

23 marzo 2016

Salute | Viaggi

Virus Zika - Domande chiave

Da quando il virus Zika è stato scoperto per la prima volta in Uganda nel 1974, si è lentamente diffuso in tutto il mondo, prima in altri Paesi africani, poi in alcuni Paesi del sud-est asiatico, quindi attraverso il Pacifico (compresa una grave epidemia nella Polinesia francese) e ora finalmente nelle Americhe. Attualmente, 60 Paesi hanno segnalato persone infettate dal virus Zika. La Corea del Sud e la Cina sono le ultime a segnalare casi di viaggiatori di ritorno da Paesi in cui sono presenti focolai di questo virus. Tuttavia, il virus viene diffuso da zanzare infette localmente in 33 Paesi e territori delle Americhe. Cuba e Dominica sono le ultime a segnalare la trasmissione da parte di zanzare locali.

Qual è la situazione attuale?

La distribuzione geografica del virus Zika si è costantemente ampliata da quando il virus è stato rilevato per la prima volta nelle Americhe nel 2014. I due Paesi più colpiti sono stati il Brasile e la Colombia. Altri Paesi, come la Giamaica, le Isole Vergini americane e Porto Rico, hanno riportato da poche a diverse centinaia di casi.

Ma quanto è realmente diffuso?

I Paesi hanno un problema nel contare tutte le persone affette da questa infezione. La maggior parte delle persone infettate da questo virus (circa 80%) non si ammala affatto. Non vanno a farsi curare e quindi non vengono segnalate alle autorità sanitarie per essere contate. Pertanto, nessuno può dire quante persone siano state effettivamente infettate in un paese. È probabile che questo virus sia piuttosto diffuso in tutti i Paesi delle Americhe, ad eccezione di Canada e Cile (dove non è presente il tipo di zanzara adatto a veicolare il virus). L'assenza di segnalazioni di trasmissione di questo virus in altri Paesi non significa che non ci sia. A complicare le cose, non esistono test di laboratorio approvati e disponibili in commercio per una rapida conferma dell'infezione. È possibile effettuare alcuni test per rilevare la presenza del virus in una persona effettivamente malata, ma anche questi presentano alcune limitazioni. A volte il test può essere confuso con i virus della febbre dengue e della chikungunya che circolano contemporaneamente nella popolazione.

Ma questo virus non è banale

I sintomi causati da questo virus non sono particolarmente gravi (febbre, dolori muscolari, lieve eruzione cutanea) e le persone generalmente guariscono in pochi giorni. Non esiste un trattamento speciale per questa infezione. I decessi dovuti all'infezione da Zika sono rari e possono verificarsi in persone con gravi condizioni di salute preesistenti. Tuttavia, questo virus non è innocuo.

Microcefalia

La microcefalia (cervello anormalmente piccolo) è una condizione riscontrata nei neonati. È causata da molte condizioni che si verificano durante la gravidanza, comprese alcune infezioni ben note come il morbillo tedesco (rosolia). Quando l'epidemia di virus Zika è cresciuta in Brasile, i medici hanno iniziato a notare un drammatico aumento di questa condizione nei neonati. Nell'ultimo anno, diversi studi hanno dimostrato che il virus Zika è molto probabilmente la causa della microcefalia. Sono in corso ulteriori studi per confermarlo. Nel frattempo, come misura precauzionale, si consiglia alle donne incinte e a quelle che stanno pianificando una gravidanza di evitare i viaggi in aree in cui il virus circola attivamente.

Sindrome di Guillain-Barré (GBS)

Con la diffusione di questo virus, 12 Paesi o territori hanno segnalato un aumento delle persone colpite dalla sindrome di Guillain-Barré (GBS). La GBS è una condizione che spesso si verifica qualche tempo dopo un'infezione. I sintomi comprendono la rapida comparsa di alterazioni della sensazione o del dolore, spesso alle mani o ai piedi, seguite da debolezza muscolare. I sintomi si sviluppano nell'arco di una mezza giornata o di due settimane. Durante la fase acuta, questa malattia può essere pericolosa per la vita e circa un quarto dei pazienti sviluppa debolezza dei muscoli respiratori. È sempre più evidente che il virus Zika è una nuova causa di GBS.

Trasmissione sessuale

Diversi Paesi (Stati Uniti, Francia e Italia) hanno riferito che un uomo infetto da Zika ha trasmesso l'infezione alla sua partner sessuale femminile. Non è noto se si tratti di una modalità di trasmissione frequente o insolita di questo virus.

Domande

Gravidanza

Se una donna incinta è esposta

- Non sappiamo quanto sia probabile che prenda lo Zika. Molte donne che sono state infettate partoriscono bambini normali.

Se una donna incinta è infetta

- Non sappiamo come il virus influirà su di lei o sulla sua gravidanza.

- Non sappiamo quanto sia probabile che Zika si trasmetta al suo feto.

- Non sappiamo se il feto è infetto, se svilupperà difetti alla nascita.

- Non sappiamo quando in gravidanza l'infezione possa causare danni al feto.

- Non sappiamo se il suo bambino avrà difetti alla nascita.

- Non sappiamo se la trasmissione sessuale del virus Zika comporti un rischio diverso di difetti alla nascita rispetto alla trasmissione tramite zanzare.

Trasmissione sessuale

- Il virus è presente nello sperma più a lungo che nel sangue, fino a 2 mesi o forse più.

- Non sappiamo quanto a lungo il virus possa persistere nello sperma.

- Non sappiamo quanto spesso il virus nello sperma possa infettare un partner sessuale. La partner femminile di un uomo che ha visitato aree con una trasmissione attiva del virus Zika dovrebbe usare misure anticoncezionali per almeno 2 mesi.

- Un uomo che ha visitato aree con trasmissione attiva di Zika dovrebbe usare il preservativo se ha rapporti sessuali con una donna incinta.

- Non sappiamo se una donna possa trasmettere il virus a un uomo attraverso il sesso. Non sappiamo se il virus possa essere trasmesso attraverso il contatto anale, orale o altre forme di contatto sessuale.

Test

- Tutte le donne in gravidanza che hanno visitato aree con trasmissione attiva di Zika dovrebbero sottoporsi a un esame del sangue per la ricerca del virus, indipendentemente dal fatto che presentino o meno sintomi.

- Tutte le donne incinte che hanno visitato aree con trasmissione attiva di Zika devono sottoporsi ad accurati test di controllo durante la gravidanza per individuare eventuali malformazioni nel feto.

- Le persone che hanno visitato aree con trasmissione attiva di Zika dovrebbero sottoporsi al test se hanno avuto o se sviluppano i sintomi della malattia.

Seguiteci e mettete "mi piace":

Articoli correlati

Israele, Palestina e la vostra copertura assicurativa

Israele, Palestina e la vostra copertura assicurativa

In questo momento, Sitata ha identificato e comunicato con tutti i viaggiatori interessati dagli eventi in corso. Se avete in programma un viaggio in Israele o nei Territori palestinesi nel prossimo futuro, vi informiamo di quanto segue. Il nostro assicuratore, United...

Manifestazioni di agricoltori in tutta Europa 

Manifestazioni di agricoltori in tutta Europa 

Negli ultimi mesi, l'Europa ha registrato un'impennata significativa delle proteste degli agricoltori che hanno provocato gravi disagi nei viaggi. Sono state segnalate azioni di protesta in Francia, Germania, Grecia, Polonia, Irlanda, Svizzera, Portogallo e in molti altri Paesi...